I RACCONTI NOTTURNI: L’ORA BLU DI DOMENICO RATTENNI

3 min read

A metà tra il miglior Bukowski dei racconti e quello della poesia, questo racconto lirico di Domenico Rattenni segna l’esordio della vostra (nostra!) ‘Ora blu’, quel momento indefinibile chiamato così dai fotografi che si trova tra il buio e l’aurora.A voi la sua ‘ora blu’, e mandateci la vostra se ne siete capaci!
29.10.2012, h. 04:15 – Racconto di DOMENICO RATTENNI

L´aria pesante dal denso fumo, irrespirabile,
non si smuove sotto l´enorme ventilatore
al soffitto pieno di crepe segnate da tempo
dall´incuria e trascurate da mano umana.
Tavoli sudici, cerchi di bicchieri incollati
dai resti di Whisky da discount, buchi neri
da mozzoni di sigarette e cavità sottili
di lame affilate, di vite vissute.
Occhi spenti che raccontano vite amare
siedono apatici su sedie sgangherate
abiti sporchi, un puzzo intenso segnato
dall´esigenza di non lavarsi, del perdersi.
Lei dalle gambe interminabili e formose
alta e statuaria, occhi color catrame,
dalle labbra carnose ove un sigaro sottile
pende nel vuoto del tempo.
Un seno prorompente riempie l´aria
con la sua presenza, bottoni mancanti
lo esaltano nei pensieri
vaganti di voglie animali
dalla moneta assente
e dalla rabbia assillante.
Il bancone, riposo di teste vuote
poggiate accanto ad altrettanti bicchieri,
le offre appoggio e arroganza
non parla se non con lo sguardo,
ad un cenno si alza
ti volta le larghe spalle
e s´incammina verso il cesso.
Con la gamba appoggiata
sulla tazza del water
tira su la gonna,
non le servono gli slip,
le cadenze del tempo
incidono sul prezzo,
intasca senza parlare, non serve.
Gli volta le spalle
e aspirando il sigaro fumante
poggia le mani
sullo sciacquone, distrattamente
legge le scritte poetiche affisse
sul giallo consumato
di pareti che non hanno mai visto
tempi migliori.
Neanche il grido soffocato di piacere
di quello sconosciuto
che le sussurra quanto sia bella
la può distrarre,
si porta un fazzoletto
fra le gambe ad asciugare
i resti di quella fantastica scopata,
così romantica.
Tende la mano che si copre
di sudicie banconote,
apre la borsetta di coccodrillo,
li mette con fredda calma
in uno scomparto.
Tira fuori un nuovo sigaro,
si sistema la gonna di pelle nera,
il rimmel ritocca
la sua indifferenza,
con passo lento
si riporta al bancone.

Chi è Domenico Rattenni:

” Sie sind aine rarität, wie ein tier das in keinem Zoo past” (“Lei é una raritá, come un animale che non trova posto in nessun giardino zoologico”). (Cit.: A.M.)

Scrittore e pittore, scopritelo qui di seguito cliccando i link:

DOMENICO RATTENNI – ARTISTA CONTEMPORANEO

COME OMBRE AL VENTO (libro)

Mandaci tuo racconto notturno, scrivi a L’ora Blu tramite il modulo di contatto qui di seguito o a dariovillasanta@gmail.com

[contact-form-7 404 "Non trovato"]

dariovillasanta

Related Posts

Ci provo ogni giorno

Ci provo ogni giorno

#errata-corrige Pt.10,11 e 12 (racconto a puntate di Vincenzo Maimone)

#errata-corrige Pt.10,11 e 12 (racconto a puntate di Vincenzo Maimone)

#errata-corrige Pt.9 (racconto a puntate di Vincenzo Maimone)

#errata-corrige Pt.9 (racconto a puntate di Vincenzo Maimone)

#errata-corrige Pt.8 (racconto a puntate di Vincenzo Maimone)

#errata-corrige Pt.8 (racconto a puntate di Vincenzo Maimone)

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.